Merlo:da Berlusconi neanche una parola sugli italiani all'estero.

Share

Roma, 29 Settembre 2010:- “Il discorso pronunciato dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, alla Camera è scritto come il libro dei sogni: ma neanche una parola sugli italiani all’estero.” Lo ha detto l’on. Ricardo Merlo, presidente del MAIE - Movimento Associativo  Italiani all’Estero,  commentando il  discorso di Silvio Berlusconi all’uscita dall'aula di Montecitorio.” I cinque punti programmatici illustrati a Montecitorio sono solo dei “wishful thinkings”, o un elenco di buone intenzioni, tra le quali spicca per assenza la questione degli italiani all’estero. Berlusconi ci dice di voler perseguire una strategia per il paese volta a consentire che l'Italia "…esca dalla crisi più competitiva e pronta a vincere la sfida della globalizzazione"  - ha detto il deputato italo sudamericano - ma poi commette una gaffe madornale dimenticando nel suo discorso programmatico proprio quella parte di cittadini che rappresentando l’Italia all’estero, e con eccellenze nei settori più disparati, potrebbe essere proprio quella risorsa fondamentale a cui attingere in questo momento per fronteggiare in parte questa crisi.” 

“Il premier Silvio Berlusconi ha deluso ancora una volta le nostre aspettative - ha rimarcato l’on. Merlo -  e fin quando continuerà con a trattarci con disuguaglianza  rispetto agli altri italiani, noi del MAIE continueremo a fare opposizione.”

Share

sen.Giai:La verità sui fondi elettorali ai partiti

Share

Ho letto con perplessità alcune dichiarazioni sulla questione dei fondi elettorali che ricevono i partiti e in particolare il nostro movimento: il MAIE. Visto che vengono affrontati degli argomenti sui quali è possibile confondere il lettore, per fare chiarezza sulla gestione dei rimborsi elettorali di un movimento di cui sono Coordinatrice per l’America latina,  vorrei fare alcune precisazioni.

La Legge italiana (157/1999) regola il finanziamento pubblico dei partiti e ha  la funzione di evitare i casi di finanziamento illecito o occulto dei partiti stessi. Questa  legge prevede cinque fondi: per elezioni alla Camera, al Senato, al Parlamento Europeo, Regionali, e per i referendum, erogati in rate annuali. Il MAIE insieme agli altri partiti tra i quali altri rappresentanti degli italiani all’estero come  l’AISA dell’ex- Senatore Luigi Pallaro, l’USEI dell’attuale coordinatore del PDL, Eugenio Sangregorio, e anche il CTIM (presente alle elezioni del 2006),  che hanno partecipato anche alle elezioni precedenti, ottemperati gli obblighi formali contabili necessari, quali anche la pubblicazione del bilancio su quotidiani nazionali (il bilancio MAIE è stato pubblicato sui quotidiani Europa e il Corriere di Romagna), hanno diritto per legge a ricevere  rimborsi elettorali, in quote annuali.
In particolare, il MAIE ha finora ricevuto circa  90.000 euro/anno, a cui devono sottrarsi le spese di amministrazione che - solo tra commercialisti, revisori e  pubblicazione obbligatoria dei bilanci su quotidiani nazionali - ammontano annualmente a circa 10.000 euro.
Il rimanente di questi fondi viene utilizzato per finanziare le molteplici attività, rivolte al  rafforzamento e consolidamento dell’organizzazione del Movimento Associativo nell’ambito della Circoscrizione estero e in Italia. Nel 2009 abbiamo anche partecipato  alle Elezioni europee, senza ricevere per questo alcun rimborso.
Dal 2008 ad oggi, abbiamo organizzato svariati Congressi del MAIE in Sudamerica, sia nazionali che continentali, corsi di formazione politica gratuiti per i partecipanti, conferenze e molto altro ancora.Tutto questo è  pubblico  documentato e a disposizione di chi lo richieda.
Infine, parte dei fondi sono accantonati per sostenere la campagna elettorale per le  prossime elezioni politiche.
Mi preme sottolineare, a questo proposito,  che mentre la campagna elettorale del MAIE nel 2008 si è svolta solo nella Ripartizione continentale del Sud America, in futuro, è molto probabile, che saremo  impegnati a livello mondiale, in tutte le ripartizioni della circoscrizione estero.

Questo è quanto facciamo con i rimborsi elettorali per far crescere il Movimento Associativo degli Italiani all’Estero.
Questo si fa, quindi,  con i rimborsi elettorali relativi a circa 160.000 voti ricevuti.
La domanda da farsi credo sia:  allora,  cosa fa all’estero il Popolo della Libertà, un partito che incassa rimborsi intorno ai  75 milioni di euro?

Share

Buscemi è il nuovo coordinatore MAIE Venezuela e Area Andina

Share

Roma, 22 novembre 2010: - A poche settimane dalla sua visita in Venezuela, dove ha incontrato la collettività italiana, il presidente del MAIE, on. Ricardo Merlo, ha reso nota la nomina del nuovo coordinatore di questo paese latinoamericano: “ E’ Michele Buscemi - ha dichiarato - presidente in carica del Comites di Caracas, il nuovo coordinatore del MAIE in Venezuela. Dopo aver verificato la sua disponibilità a viaggiare sul territorio - ha poi aggiunto - gli ho affidato anche la responsabilità di organizzare un’aerea estesa anche ad altri paesi sudamericani (come Colombia, Ecuador, Perù). Michele Buscemi è un italo venezuelano di origini siciliane, imprenditore del settore import-export, titolare di diverse imprese nel Paese. Da sempre impegnato con la collettività italiana residente nel suo Paese (già presidente dell’istituto precursore del Comites, il COEMIT) è stato presidente del LIONS Club di Caracas, oltre ad essere stato presidente fino al 2007 dell’Intercomites -Venezuela. E’ un attento e profondo conoscitore della circoscrizione affidatagli e sono sicuro che svolgerà un ottimo lavoro come coordinatore per far crescere il nostro Movimento Associativo nelle circoscrizioni assegnategli.”

MICHELE BUSCEMI, nato a Menfi (AG) il 30-10-1951

Laurea in Comercio Estero 1976, Economista 1983, MBA 1985,

Professore Universitario 1976-2001

Consulente - Commercialista 1984-2001

Imprenditore settore import-export, titolare della Interfreight Companies s.p.a. 2001 e Fulltime Intertrade s.p.a. 2006

Imprenditore socio della Prodequim s.p.a. prodotti chimici, colle e adesivi 2006

Presidente Asso. Culturale Menfitani residenti all’estero 1985

Consiglio Direttivo Casa Sicilia 1990

Presidente COEMIT 1986-1991

Presidente LIONS Club Caracas La Florida 2003

Presidente in carica del COMITES – CARACAS 2004-2010

Presidente Intercomites Venezuela 2004-2007

Commendatore II Classe Stella della Solidarietá Italiana, 2005

Cavaliere O.M.R.I. Ordine al Merito della Republica Italiana, 2009

Share

Visita dell'On. Ricardo Merlo al MAIE ROSARIO

Share

L’On Ricardo Merlo Presidente del MAIE si é recato lunedí scorso alla città di Rosario, dove é stato accolto dalla Coordinatrice MAIE Sud America Senatrice Mirella Giai.  Accompagnati del Coordinatore Nazionale Mariano Gazzola e dal Coordinatore MAIE Buenos Aires Dario Signorini  hanno visitato la nuova sede del MAIE Circoscrizione Rosario e si sono riuniti con i dirigenti locali del Movimento Associativo: Adrian Segura (Coordinatore MAIE Rosario), Lucas Del Chierico (Coordinatore Giovani) e Maria Sparisci (Coordinatrice Donne). Nel trascorso della riunione si é analizzata la situazione politica italiana e il programma dei lavori del MAIE Rosario.

 

L’On. Merlo ha visitato inoltre la Radio Universidad di Rosario, dove  ha partecipato della emissione in diretta del programma ‘Apuntes y Resumen’. Poi al pomeriggio insieme alla Senatrice Giai hanno avuto una serie di incontri con diversi esponenti della stampa scritta e orale della città di Rosario, tra cui Pablo Diaz de Brito del Giornale La Capital, Claudio Moya del Giornale El Ciudadano, Guillermo Zysman della Radio Rosario (LT8) e Florencia Coll del giornale Televisivo Noticiero Somos Rosario, con i quali hanno avuto opportunitá di dialogare sull’attualitá politica ed economica italiana.Per ultimo, la Senatrice Giai e l’On Merlo hanno tenuto una Conferenza nella sede della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Nacional di Rosario (UNR) sul ‘Sistema dei partiti in Europa e il caso del Movimento Associativo Italiani all’estero’ coordinata dalla dott.ssa Graciela Rocchi ricercatrice dell’UNR.

Share

MERLO:Basta maltrattare e lucrare sui pensionati all'estero

Share

Roma, 21 luglio 2010:- "Dopo aver verificato la situazione  denunciata  da Tribuna Italiana (7 luglio 2010) ho chiesto al Ministro Frattini e al Ministro Sacconi di eliminare la  situazione di grosso disagio in cui si sono trovati i pensionati INPS:" Così ha dichiarato l'on. Ricardo Merlo (MAIE)  motivando l' interrogazione presentata oggi alla Camera.
"Ad oggi, migliaia di  anziani italiani residenti in Argentina,  appartenenti ad una categoria sociale debole e bisognosa, non possono riscuotere la pensione, non avendo presentato il certificato di esistenza in vita richiesto dall' ICBPI, l' Istituto di credito banche popolari italiane a cui l'INPS ha affidato l'erogazione di questo servizio. "Per farlo - ha spiegato il deputato italo sudamericano -  devono recarsi "personalmente" presso gli uffici della Western Union." Com'è noto stiamo parlando di persone molto anziane, che difficilmente sono in grado di trovare questi sportelli, sportelli che  tra l'altro non dispongono  delle caratteristiche di sicurezza di una Banca (esiste un serio pericolo per i nostri anziani connazionali, che vengano aggrediti e rapinati).
Ma non solo, non dispongono neanche delle strutture adatte alle lunghe attese, lucrano un cospicuo margine di guadagno sul cambio operato in pesos, e per finire non sempre - a fronte di questi disagi - forniscono il servizio finale, ossia l'erogazione della pensione, poiché hanno un limite di erogazione giornaliero, superato il quale, chi  è rimasto fuori del tetto massimo, deve  ritornare un altro giorno. Tutto questo è causato dall'inefficienza dell'INPS, dall'inadeguatezza dell' ICBPI a monitorare l'erogazione delle pensioni. - Ha ribadito l'on. Ricardo Merlo - Per noi del MAIE questa situazione è veramente  inaccettabile e non smetteremo di lottare perche sia cambiata".

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form