La linea del MAIE sulla crisi- Merlo:Fiducia in Napolitano

Share

Roma, 17 Novembre 2011:- Ricardo Merlo “Abbiamo fiducia nelle scelte del Presidente Giorgio Napolitano”. Di seguito il documento del presidente del MAIE , on. Ricardo Merlo, con la posizione ufficiale del Movimento Associativo nei confronti dell’esecutivo tecnico guidato dal sen. prof. Mario Monti.
“Avverto in questi giorni un senso di malessere che è legato al modus scomposto ed eccessivo con cui una parte degli italiani ha festeggiato la notizia delle dimissioni di Berlusconi, sabato scorso. Certamente noi del MAIE non eravamo, e non avremmo mai potuto essere, tra coloro che insultavano e lanciavano monetine al premier uscente, pur essendo stati tra coloro che più hanno criticato le politiche berlusconiane, in particolar modo quelle fatte sulle spalle degli italiani all’estero.
Ma non è solo una questione di stile! Noi del MAIE riteniamo che il baratro che si sta aprendo sotto i piedi degli italiani non è soltanto conseguenza della crisi congiunturale europea, ma è principalmente responsabilità del governo Berlusconi – delle sue debolezze, forse anche dell’errore nella scelta dei suoi alleati politici, della sottovalutazione della crisi – e soprattutto della sbagliata e cattiva politica economica tremontiana.
La crisi che attraversa l’Europa è generale e ha colpito chi era più esposto per i propri errori, come Grecia, Spagna, Irlanda, Portogallo e anche l’Italia.
Il MAIE considera le dimissioni di Berlusconi l’unica strada praticabile al momento, per non peggiorare una situazione, che giovedì scorso, vedeva salire lo spread a 500 punti e il rendimento dei BTP al 7% circa, facendo diventare strettissimo il margine di manovra per ogni esecutivo.
Noi del MAIE abbiamo fiducia nelle scelte del Presidente Napolitano. Questo, oggi, significa che voteremo la fiducia al governo del senatore Mario Monti: allo stesso tempo auspichiamo che il nuovo premier abbia un’ attenzione particolare per la difesa e la tutela dei diritti degli italiani all’estero.
I residenti all’estero negli ultimi tre anni sono stati colpiti da forti riduzioni nei capitoli di bilancio dedicati.
Il prof. Monti, con questo nuovo Governo, dovrà adottare misure per rimanere in linea con le direttive Europee. Il suo primo passo, a quanto risulta dalle consultazioni di questi giorni, è cercare di ottenere il massimo sostegno parlamentare al nuovo esecutivo, con l’appoggio dei leader dei partiti presenti in parlamento.
Anche il MAIE è stato convocato, e ben rappresentato dalla nostra coordinatrice per l’America latina, senatrice Mirella Giai, per esprimere un parere sull’ipotesi di un nuovo Governo.
Ferma restando l’alleanza con l’UDC — che ha dato carta bianca al presidente Monti — e che continua nel rispetto delle rispettive autonomie nell’ ambito del Terzo Polo, noi del MAIE saremo disponibili ad apppoggiare politiche che tutelino i diritti e gli interessi degli italiani all’estero.Questa sarà la nostra linea per i mesi che verranno, con l’auspicio che i nostri nuovi interlocutori alla Presidenza del Consiglio, e alla Farnesina, risollevino presto le sorti del nostro Paese, inserendo nel piano di rilancio dell’ economia anche il Sistema Italia all’estero, distrutto dal governo precedente, ma oggi più che mai necessario per la crescita e lo sviluppo nazionale.”

Share

Ugo Di Martino:Il MAIE rappresenta il progetto in cui credo

Share

Roma, 21 novembre 2011:- L’on. Ricardo Merlo si è recato in Venezuela per presiedere a Caracas il Congresso del MAIE Venezuela - Area Andina e per incontrare la collettività italiana, nei giorni scorsi.

La visita del Presidente del MAIE prevedeva anche incontri con le istituzioni italiane e locali.Il primo appuntamento è stato quello con l’ambasciatore Paolo Serpi  con il quale Merlo si è intrattenuto per una colazione di lavoro, insieme al Coordinatore MAIE Michele Buscemi. ”E’ stato un incontro cordiale in cui si è parlato delle istanze della collettività italovenezuelana,  e della locale  vita associativa italiana, ma anche delle aspettative legate al recente cambio di governo in Italia.” ha detto Ricardo Merlo al termine dell’incontro.Nel pomeriggio di giovedì c’è stata l’apertura dei lavori del Congresso, presso l’hotel Paseo De las Mercedes,  alla presenza dei coordinatori e collaboratori del MAIE. Erano presenti 50 delegati provenienti da tutto il Venezuela, dalla Colombia e dal Perù.

L’on. Ricardo Merlo dopo aver letto il saluto della sen. Mirella Giai (Coordinatrice America Latina), si è soffermato ad illustrare la programmazione del MAIE in tutta l’area andina, aggiornando i coordinatori sull’attività del MAIE in tutta la circoscrizione Estero.Quindi, Michele Buscemi, Coordinatore MAIE Venezuela e area andina, organizzatore del Congresso, ha presentato una relazione sulla crescita ed organizzazione del Movimento Associativo nelle circoscrizioni consolari di tutta l’area di sua competenza, e ha sottolineato la necessità di avere nuovi collaboratori per poter estendere la presenza del MAIE in ogni spazio possibile.Era presente, tra gli altri, Johnny Margiotta, Coordinatore MAIE Maracaibo, che ha parlato del lavoro finora svolto per coinvolgere le nuove generazioni, sia attraverso l’uso dei nuovi media, dei social network,  sia  attraverso la partecipazione attiva nelle associazioni, di cui è un esperto conoscitore.Anche il consigliere CGIE, Ugo Di Martino,Vicecoordinatore MAIE per il Venezuela e area andina, che  ha partecipato ai lavori del congresso, si è detto molto soddisfatto di avere trovato nel MAIE un progetto in cui credere: “Il MAIE - ha detto, il consigliere - è l’unico strumento politico che realmente ci rappresenta dentro e fuori dalle Istituzioni, essendo esso stesso composto da italiani residenti all’estero. Il MAIE è il progetto in cui credo.”Gino Amoretti, Coordinatore MAIE Perù, ha letto il messaggio inviato da Giacomo Canepa, consigliere CGIE, rivolto in  particolare al Presidente Merlo e al “suo collega De Martino” ai quali ha augurato “ buon lavoro insieme alla magnifica collettività  italo - venezuelana”. Nel messaggio Canepa ha anche confermato il suo fermo sostegno “ a chi come voi lavora per gli italiani all' estero, senza nessun interesse personale, proprio come ha insegnato l'On. Mirko Tremaglia -
l'unico politico italiano che ha dedicato tutta la sua vita agli italiani residenti all’estero -  e a chi rappresenta i principi morali che mi sono stati insegnati dai miei genitori
".Ricardo Merlo ha chiuso il Congresso dopo aver ratificato le nomine dei nuovi coordinatori dell’area andina: Ugo Di Martino vice coordinatore del MAIE Venezuela, Johnny Margiotta (MAIE Maracaibo) e Mario Zito Coordinatore di Bogota (Colombia).
Infine, si è intrattenuto con i giovani dell’AGIV, associazione presieduta da Johnny Margiotta, con i quali ha avuto un cordiale scambio di idee e che gli hanno presentato alcune loro proposte.

 


Share

Successo del Convegno MAIE Buenos Aires: Futuro dell'associazionismo

Share

Convegno MAIE Buenos Aires:"Più di cento dirigenti di associazioni pensano al futuro dell'associazionismo

Roma, 14 Novembre 2011:- Alla presenza di più di cento dirigenti di diverse istituzioni presenti eoperanti nella Circoscrizione Consolare di Buenos Aires, si è tenuto sabato scorso il Convegno "Lavorare insieme per il futuro dell'Associazionismo" promosso dal MAIE Buenos Aires. Anfitrione dell'evento è stato il Cav. Marcelo Pacifico Presidente della Associazione Nazionale  Italiana, che quest'anno compie i 150 della sua fondazione,  simbolo della collettività,  scelta proprio per questo come sede dell'evento data la concomitanza con i festeggiamenti relativi alle celebrazioni della Unità d'Italia.
Tra i presenti il Cav. Gerardo Pinto (FEDITAL) membro del CGIE, il Cav.Guillermo Rucci
Presidente dell' InterComites Argentina,  Graciela Laino, Presidente del Comites Buenos Aires, vari
membri del Comites di Buenos Aires,  Jose Armenti, Juan Balestretti (Vice-coordinatore del MAIE
Bs.As.) e Juan Pallito vicecoordinatore del MAIE Buenos Aires e consigliere del Municipio di San
Fernando.

Presieduta dall'On. Ricardo Merlo, che era accompagnato dal Vice-Presidente del MAIE Argentina, Cav. Claudio Zin, e organizzata e condotta dal Coordinatore MAIE Bs.As. dott.Dario Signorini, questa giornata di studio è stata dedicata ad un intenso lavoro sulle esperienze di varie realtà del mondo dell'Associazionismo.
I rappresentanti delle Associazioni hanno parlato in particolare del caso dei sodalizi discutendo
soprattutto su due temi fondamentali: la sostenibilità economica delle associazioni italiane e il
coinvolgimento dei giovani.
Il Dott. Signorini, vicepresidente di FEDIBA (la Federazione che raggruppa tutte le associazioni
italiane di Buenos Aires) ha sottolineato l'importanza dell' esistenza delle federazioni regionali,
circoscrizionali e sopratutto di FEDITALIA, considerata la "mamma" delle associazioni italiane in
Argentina che, ha detto, "tutti dobbiamo appoggiare e continuare a rafforzare".

Il Coordinatore ha quindi annunciato che il MAIE  sta organizzando un' equipe con competenze
interdisciplinari costituita da giovani professionisti che offriranno consulenza giuridica, contabile e
sui progetti, alle associazioni che lo necessitino e lo richiedano.
" Lo consideriamo una sorta di restituzione all' Associazionismo - ha dichiarato il presidente, on.
Ricardo Merlo - una forma di riconoscenza e un gesto di solidarietà poiché il nostro Movimento
Associativo MAIE, si è nutrito e si nutre continuamente di dirigenti che provengono dal mondo del
volontariato." 
Dal canto suo, Signorini ha sottolineato: " il profondo sentimento patriottico di questa giornata, non
solo per  gli inni nazionali dell'Argentina e dell' Italia intonati dai presenti; ma anche perché si
evince dal documento distribuito ai dirigenti intervenuti che l'Associazionismo è chiamato ancora
una volta a dare un appoggio determinante per il rilancio dell'Italia.
Un appoggio non solo sociale, ma anche e soprattutto politico, che ci permetterà di essere
protagonisti e non meri spettatori della crisi, proponendo alternative, trasformandoci in veri
ambasciatori della nostra patria. Noi italiani all'estero che,  con coraggio, onorabilità, intelligenza e
unità vogliamo riportare la nostra patria  nell'ambito delle potenze mondiali, dobbiamo interagire
con la comunità, con i Municipi, con le  Province e con lo Stato.
Perciò - ha detto Signorini chiudendo il Convegno - dobbiamo riuscire a garantire l'autosostenibilità
delle Associazioni, per  favorirne sviluppo e crescita in accordo alla sfida storica e per assicurare
un  futuro "italiano" alle nostre nuove generazioni. “

Share

Convegno MAIE:Lavoriamo insieme per il futuro dell'Associazionismo

Share

Roma, 10 Novembre 2011:- Dario Signorini:"Un dibattito aperto a tutti" . Sabato 12 Novembre si terrà a Buenos Ares un incontro-dibattito dal titolo "Lavorare insieme per il futuro dell'Associazionismo", promosso dal MAIE  e organizzato dal Coordinamento MAIE Buenos Aires. L'incontro a cui hanno dato adesione  esponenti dei più vari settori della collettività  italiana e numerosi dirigenti dell'associazionismo della giurisdizione consolare di Buenos Aires,  mostrerà i punti di forza dell'amministrazione di alcune istituzioni italiane che hanno realizzato in autonomia il proprio sviluppo, rappresentando esse stesse un modello da seguire, e darà così l'opportunità ai dirigenti in difficoltà, che hanno deciso di partecipare al dibattito, di confrontarsi con quelle realtà di successo, valutare nuove soluzioni,  trovare supporto professionale e assistenza per m! igliorare e continuare a sviluppare a pieno il potenziale della istituzione cui fanno riferimento.
L'incontro, promosso dal Movimento Associativo Italiani all'Estero sarà ospitato dalla centenaria
Associazione Nazionale Italiana ( via Alsina - Buenos Aires) dalle 14, e si concluderà in serata con
un vino d'onore.
Dario Signorini, coordinatore del MAIE di Buenos Aires ha dichiarato: "Dal momento che si tratterà
più di un dibattito tra istituzioni e dirigenti che si scambiano informazioni e propongono soluzioni e
alternative per le problematiche che li accomunano, l'invito è stato concepito come aperto e rivolto
a tutti coloro che intendono affrontare seriamente la questione del futuro dell' Associazionismo: un
patrimonio  tutto italiano. Il MAIE  supporta questa iniziativa ma - ha sottolineato con forza
Signorini -  non è nelle intenzioni  del MAIE! sostituirsi all'Associazionismo, bensì sostenerlo e
promuoverlo in ogni sede e con ogni mezzo."
All'incontro - dibattito ha dato conferma della sua presenza anche il presidente del MAIE, Ricardo
Merlo.

Share

I°Congresso MAIE Patagonia

Share

L'on. Ricardo Merlo, presidente del MAIE, come anticipato nei giorni scorsi, sarà domani  4 Novembre  a Bahia Blanca per presiedere il I ° Congresso MAIE Patagonia. Il Coordinatore MAIE  della città, Juan Carlos Paglialunga, che ha curato l’evento, ha reso nota l’agenda dell’on. Merlo, che in  questa occasione incontrerà tutti i responsabili MAIE  di Trelew (Chubut), General Roca, Viedma, Villa Regina, (Rio Negro), Neuquen (Neuquen), General Pico, Santa Rosa (La Pampa), Tres Arroyos, Punta Alta (Buenos Aires).

Venerdì, dopo l’ incontro con le autorità locali (tra cui anche il Vicepresidente del Banco Provincia) l’on. Ricardo Merlo prenderà parte ad alcune trasmissioni delle più note emittenti radiofoniche e televisive (LU2 e  FM Universal, Canal 9, Canal 7 e BVC). Al termine della mattinata, poi, incontrerà il  Console Generale Ferraro, per una colazione di lavoro.

Nel tardo pomeriggio, nello spazio “La terrazza” presso l’ Universidad Tecnologica di Bahia Blanca, il deputato italosudamericano sarà relatore, in qualità di parlamentare della Repubblica Italiana,  ad una conferenza che verterà sui principali temi dell’ attualità politica italiana.

Merlo al riguardo ha dichiarato: “ Ho accettato con piacere questo invito, organizzato in concomitanza del Congresso MAIE  Patagonia, perché questo convegno è dedicato principalmente alla formazione delle nuove generazioni. E il MAIE cerca sempre di aprire tutte le vie possibili ai giovani, fornendo loro tutti i mezzi per affrontare le sfide di un mondo globalizzato.”
Al termine è prevista una cena con la collettività.Sabato 5 novembre si apriranno i lavori del  I°  Congresso MAIE Patagonia, a cui hanno dato adesione i coordinatori nazionali Zin, Gazzola, Paglialunga, Puliafito e alcuni  rappresentanti regionali MAIE.
Al Congresso si parlerà del futuro del MAIE, dei problemi dei connazionali della circoscrizione Patagonia e della nuova legge di riforma dei Comites.
Inoltre, si annuncerà un’ iniziativa editoriale del MAIE pensata  per celebrare  il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Juan Carlos Paglialunga, Coordinatore MAIE di Bahia Blanca, ha così spiegato l’idea:” Con Cesar Puliafito, scrittore, grafico e storico,  avevamo in mente, da un po’ di tempo, di tradurre in italiano il suo saggio storico dal titolo  La legione italiana, Bahia Blanca 1856. El frente olvidado del Risorgimento. Il presidente  Merlo oggi ha concretizzato questo sogno. Infatti,  ci ha confermato che il MAIE presenterà a Roma la versione italiana de La legione entro l’anno che  celebra il 150° dell’Unità, cioè entro marzo del 2012. Il progetto è stato reso possibile solo grazie al fatto che  il MAIE, oltre che politico è un movimento culturale che riconosce e  valorizza i talenti italiani all’estero, promuovendo la cultura italiana nel mondo.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form